Servizio Ferroviario Metropolitano


Clicca per ingrandire

Il Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM) rappresenta il principale progetto di riequilibrio e di governo della mobilità e dei trasporti pubblici dell’area metropolitana bolognese. Il suo obiettivo è la creazione di un servizio di trasporto pubblico su rotaia per gli spostamenti fra la città di Bologna e il territorio provinciale, in particolare per i movimenti pendolari, grazie alle 87 fermate, di cui 22 di nuova realizzazione nei Comuni della Provincia. Il SFM – utile anche per i movimenti interni a Bologna, grazie alla realizzazione di 7 nuove fermate nel Comune capoluogo – nasce dall’opportunità fornita dal progetto della nuova stazione centrale interrata per i treni Alta Velocità, che lascerà liberi i binari di superficie per il traffico metropolitano e regionale. Il servizio prevede la riorganizzazione degli orari in modo cadenzato per servire l’intera Area metropolitana di Bologna con un trasporto di tipo urbano (frequente, regolare e mnemonico).


Clicca "play" visualizzare le immagini

Il SFM entrerà a pieno regime dopo la conclusione dei lavori per la nuova stazione per la linea Alta Velocità di Bologna Centrale. Un ulteriore obiettivo consiste nel rendere le stazioni del SFM comodamente accessibili, sicure e servite, “luoghi vivibili” per i passeggeri e per gli abitanti. In particolare, la Provincia promuove la creazione nelle stazioni di aree attrezzate per ospitare negozi e servizi rivolti ai pendolari che, contrariamente ad oggi, potranno fare i loro acquisti nel tragitto casa-lavoro, promuovendo il piccolo commercio dei centri urbani. Nel caso di Bologna le due principali stazioni di interscambio (Prati di Caprara e San Vitale) costituiscono significative occasioni di trasformazione e qualificazione urbana.

A ottobre 2012 il Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha dato il via libera alla ridestinazione dei fondi per la realizzazione del Servizio di trasporto pubblico integrato metropolitano bolognese in favore del completamento del Servizio Ferroviario Metropolitana e della filoviarizzazione delle linee portanti del trasporto pubblico urbano per un totale di 236,7 milioni di euro. L'obiettivo è di completare e potenziare il Servizio Ferroviario Metropolitano, garantendo in particolare la realizzazione delle fermate interne al Comune di Bologna ancora mancanti e la loro connessione con il tessuto urbano (opere di accessibilità):

A giugno 2013 viene inugurata la fermata "Bologna-Mazzini" che consente di collegare questa parte di città con la Stazione Centrale in 5-7 minuti con 25 corse al giorno (con cadenza ogni mezzora circa). Le corse quotidiane che invece porteranno verso l’Appennino fino ad arrivare a Prato e Firenze saranno invece 26. > vai all'articolo sull'inaugurazione della fermata Mazzini 

Fermate da realizzare:
Prati di Caprara > fermata/stazione principale che consentirà l’interscambio tra le linee SFM 1 (Porretta-Bologna-S. Benedetto Val di Sambro), SFM 2 (Vignola-Bologna-Portomaggiore), SFM 3 (Poggio Rusco-Bologna-San Ruffillo) e SFM 5 (Modena-Bologna). La futura fermata è inoltre strategica in quanto collocata vicino all’Ospedale Maggiore di Bologna e al nuovo comparto urbanistico del Lazzaretto. Il progetto prevede di realizzare la nuova fermata
Borgo Panigale-Scala > fermata collocata nella zona ovest di Bologna sulla linea SFM 5 Modena-Bologna. Al momento risultano finanziati una prima parte di lavori. Il progetto prevede di completare la fermata e di realizzare un intervento per migliorare l’accessibilità stradale alla futura fermata
Zanardi > fermata collocata lungo la direttrice nord della linea SFM 4 (Ferrara-Bologna-Imola). Il progetto prevede di realizzare la nuova fermata, le opere che consentiranno di sopprimere il passaggio a livello di via Zanardi e le opere per migliorare l’accessibilità ciclopedonale alla fermata
San Vitale-Rimesse > fermata/stazione principale collocata nella zona est di Bologna che consentirà l’interscambio tra le linee SFM 1 (Porretta-Bologna-S. Benedetto Val di Sambro), SFM 2 (Vignola-Bologna-Portomaggiore), SFM 3 (Poggio Rusco-Bologna-San Ruffillo) e SFM 4 (Ferrara-Bologna-Imola). La realizzazione della fermata è in parte già finanziata. Il progetto prevede di richiedere i fondi necessari per completarla e per realizzare le opere per migliorare l’accessibilità veicolare e ciclopedonale alla nuova fermata.

Fermate da adeguare:
San Ruffillo > la fermata, che costituisce il capolinea della linea SFM 3 (Poggio Rusco-Bologna-San Ruffillo) ed è collocata lungo la linea SFM 1 (Porretta-Bologna-S. Benedetto Val di Sambro), è già esistente. Il progetto ne prevede l’adeguamento agli standard delle fermate SFM oltre alla realizzazione di interventi per abbattere le barriere architettoniche e per il migliorare l’accessibilità ciclopedonale
Fiera > la fermata è esistente e costituisce il capolinea della linea SFM 6 (Bologna Centrale-Fiera). Il progetto prevede di modificare la fermata – che oggi avviene lungo la linea di cintura - realizzando un nuovo binario di capolinea, in modo da consentire un più efficace collegamento tra la Stazione di Bologna Centrale e il polo fieristico, garantendo anche il pieno funzionamento della linea ferroviaria di cintura.

Acquisto nuovo materiale rotabile:
Il progetto prevede di acquistare 19 nuovi convogli ferroviari che sono indispensabili per garantire la frequenza e la capacità previste del servizio. Il fabbisogno, per l’acquisto dei convogli e del relativo materiale di ricambio, è stimato in 123,40 milioni di euro, di cui 77,90 a carico della Regione Emilia-Romagna.

Caratteristiche SFM:

  • 8 rami ferroviari
  • 6 linee (4 passanti per Bologna Centrale)
  • 60/30 minuti di cadenzamento (15 minuti nell’area centrale)
  • 87 stazioni (16 nel Comune di Bologna)
  • 130.000 utenti al giorno previsti a regime (2015)
  • 17 stazioni realizzate su 22 nuove previste
  • 4600 posti auto realizzati su 5660 previsti
  • 288 treni già cadenzati su 576 previsti
  • 197 mln di euro d’investimento previsti per il completamento
  • progetto realizzato con: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Regione Emilia Romagna, Gruppo FS, Provincia di Bologna, Comune di Bologna.

:: Scarica la presentazione del progetto (ott. 2012)
:: Vai al sito dell'SFM