Il complesso immobiliare dell'ex Manifattura Tabacchi, realizzato negli anni '50-60 tra via Ferrarese e via Stalingrado su progetto dell'ing. Pier Luigi Nervi e ora di proprietà della Regione Emilia-Romagna, diventerà la sede del nuovo Tecnopolo di Bologna. Un centro per l'innovazione e la sperimentazione che rientra nella strategia regionale per la ricerca industriale e il trasferimento tecnologico e che fa parte anche del Piano Strategico Metropolitano di Bologna.

Il progetto per il Tecnopolo prevede di riqualificare il nucleo centrale di fabbricati e demolire/ricostruire gli edifici più a sud, adeguandoli ai nuovi usi. Il progetto si propone inoltre di abbattere il muro di cinta e gli edifici più fatiscenti, consentendo di scoprire la ricchezza delle architetture esistenti e di integrarle con le nuove previste. Il nuovo complesso sarà strategicamente integrato all'interno del quartiere Navile, in stretta connessione a sud con la Bolognina e proiettato verso nord oltre la tangenziale.

Il progetto complessivo prevede l'insediamento nel Tecnopolo di laboratori attivi su diverse piattaforme tecnologiche: meccanica materiali, costruzioni, scienze della vita, energia-ambiente, Ict e design.
I lavori saranno eseguiti in fasi diverse. I primi a partire, nel 2015, saranno quelli che consentiranno il trasferimento della Protezione Civile regionale, dell'ARPA regionale, dell'Enea, dei laboratori dell'Istituto Ortopedico Rizzoli, del consorzio per la ricerca Ricos e di alcuni negozi in edifici da demolire e poi ricostruire (fase 1).
Dopo l'attivazione di un bando di concorso in project financing, potranno poi partire anche i lavori che riguardano altri due edifici (fase 2) dove andranno Aster (centro per l'innovazione e la ricerca che coordina l'intera rete dei tecnopoli regionali), Lepida (società regionale per la rete telematica a banda larga) e alcuni laboratori dell'Università di Bologna, oltre a servizi commerciali e di ristoro.

Il progetto per la restante porzione del complesso edilizio dell'ex Manifattura Tabacchi sarà realizzato con tempistiche da definire anche in funzione dei finanziamenti disponibili.

Dati
> Superficie dell'area: circa 136.000 m²
> Progetto promosso da: Regione Emilia-Romagna
> Progetto(vincitore concorso 2011): Studio Von Gerkan Marg und Partner-Gmp
> Attuazione: FBM - Finanziaria Bologna Metropolitana
> Investimento pubblico (fase 1): circa € 58.000.000
> Investimento privato (fase 2 - project financing) : circa € 11.000.000
> Investimento complessivo stimato: € 198.000.000